Seleziona una pagina

Nell’ambito della 12ª edizione della Biennale itinerante di arte contemporanea MANIFESTA intitolata

“Il Giardino Planetario. Coltivare la coesistenza”
Palermo 16 giugno – 13 novembre 2018

PUGLIA. CIRCUITO DEL CONTEMPORANEO

Direzione Artistica di Giusy Caroppo

in collaborazione con

FONDAZIONE SOUTHERITAGE / Matera, ORACULAR – VERNACULAR / Marsiglia, MRAC – Musée Régional d’Art Contemporain Languedoc-Roussillon / Serignan, SPAZIO Y / Roma

sostengono il progetto di ricerca dell’artista Sergio Racanati DEBRIS/DETRITI

Dal 18 al 23 giugno – nell’ambito del progetto “Living room” promosso da Spazio Y, a cura di Paolo Assenza, Ilaria Goglia, Silvia Marsano, Germano Serani – nella cornice di Palazzo Savona (via Roma 206, Palermo), Sergio Racanati presenta la sessione di ricerca site-specific, scaturita da un periodo di residenza e dialogo con l’ambito sociale in cui si è svolta: Palermo, città paradigma delle complessità del contemporaneo e Capitale Italiana della Cultura 2018. Il progetto è parte di una serie di articolate residenze (Matera, Palermo, Marsiglia, Serignan…), scelte dall’artista quale dispositivo per lo sviluppo della propria ricerca, e pone al centro il concetto stesso di “residenza artistica” quale luogo di apprendimento (learning environments) e di sviluppo personale e collettivo, attraverso incontri, dibattiti o possibili mostre, con la finalità di questionare una visione del/dei SUD, sposandosi con il format “Outside(r)”, voluto da Puglia Circuito del Contemporaneo.

L’idea di base è che l’interruzione della routine quotidiana, la variazione della percezione e dell’uso del tempo, i momenti condivisi tra l’artista e professionisti in un luogo specifico e l’incontro con una nuova cultura, funzionino come catalizzatori per processi di acquisizione, scambio e circolazione di conoscenze. In questo modo si attiva una conoscenza che è ‘unframed’, informale e non certificata, ma comunque valida e preziosa per l’acquisizione di nuovi modi di fare e pensare, sia da parte dell’artista che di coloro che entrano in contatto diretto con lui durante i periodi residenziali (artisti locali, collaboratori e altri professionisti, pubblico specializzato e non che incontra o partecipa alle attività promosse dall’artista).

Proprio in questo ambito di sviluppo e costruzione di una rete relazionale, l’artista nella giornata del 17 giugno presso il comune di Corleone, in un edificio confiscato alla mafia pronto alla ridestinazione d’uso e alla restituzione alla comunità, parteciperà anche all’implementazione della performance di Alfredo Jaar promossa da FatStudio (Alessandro Brighetti / Giulio Cassanelli) attraverso il programma R A I D, che si prefigge di concorrere all’abbattimento della mitologia oscura di cui il paese di Corleone è impregnato, attraverso l’apporto artistico corale.

L’ampia collaborazione di enti al progetto, nasce da una condivisione tra realtà pubbliche e private, che hanno scelto di assecondare il percorso post-idea dell’artista senza porre limiti creativi e temporali, ma è anche il segno della proficua cooperazione tra organizzazioni che hanno tra gli obiettivi quello di favorire e divulgare le più nuove forme di sperimentazione artistica. Finalità in cui ben si colloca il nuovo progetto di Sergio Racanati, la cui ricerca coinvolge i temi della sfera pubblica, i comportamenti politici delle comunità, i rapporti tra memoria individuale e memoria collettiva, affrontati con gli strumenti di alcuni linguaggi artistici: performance, situazioni, installazioni, video e film, la cui metodologia e strategia operativa si inserisce all’interno del dibattito delle cosiddette “istituzioni discorsive” rivolte ad un vero e proprio ripensamento della sfera istituzionale e artistica che ha il compito della diffusione e accesso alla cultura, in cui la pratica discorsiva dei cittadini stessi diviene protagonista di un agire e di un pensare delle istituzioni e dell’arte stessa.

Il progetto è il quarto appuntamento di PUGLIA. CIRCUITO DEL CONTEMPORANEO, cofinanziato dalla REGIONE PUGLIA a seguito dell’ Avviso Pubblico riguardante le Attività Culturali “Patto per la Puglia FSC 2014-2010”. Ideato e diretto da GIUSY CAROPPO, è promosso dalla rete costituita dalla FONDAZIONE ETTORE POMARICI SANTOMASI di Gravina in Puglia, dall’ ASSOCIAZIONE ECLETTICA CULTURA DELL’ARTE di Barletta, con la guida del POLO MUSEALE DELLA PUGLIA; ha l’obiettivo di implementare sul territorio pugliese un marchio di riferimento per l’arte contemporanea e di fornire un modello alternativo della gestione e fruizione nuova in luoghi di cultura periferici e non, con progetti dedicati alla creatività, all’inclusione sociale, alla riqualificazione urbana, all’accessibilità, nelle sei aree di rilevanza turistica regionali.

*Sergio Racanati (Bisceglie_BAT_I, 1982).

La cifra predominante del suo percorso artistico ha seguito l’approfondimento e l’analisi delle pratiche creative afferenti il contesto urbano, sociale e politico. I suoi progetti coinvolgono i temi della sfera pubblica, i comportamenti politici delle comunità, i rapporti tra memoria individuale e memoria collettiva, affrontati con gli strumenti di alcuni linguaggi artistici: performance, situazioni, installazioni, video, film, già presentati in istituzioni quali: Museo Pino Pascali / Polignano a Mare – BA_I (2014); Harvard University (2013); Z33 Contemporary Museum; Hasselt_B (2012), Performance Space / Londra_UK (2012); Edge Zones Foundation / Miami_US; (2013) KW Institute for Contemporary Art, Berlino_D (2013).

Press office: Anna Maria Giannone/Puglia. Circuito del Contemporaneo

press.eclettica@gmail.com – m. 329 8573475

www.circuitodelcontemporaneo.it

Share This