In corso

INHUMAN

INHUMAN

Artisti: Kendell Geers, Oleg Kulik, Andres Serrano

Castello di Barletta
Piazza Castello, 1, 76121 Barletta (bt) – Italy
Dal 18 luglio 2020 al 18 ottobre 2020

Ingresso mostra gratuito (esclusa la visita agli altri spazi del Castello, per cui il biglietto è di 6 euro intero e 3 euro ridotto)/

Orari mostra: lunedì chiusura settimanale; martedì, mercoledì, giovedì, venerdì dalle ore 16.00 alle ore 20.00;
sabato e domenica orario continuato dalle ore 10.00 alle ore 22.00.

Modalità di visita: La mostra sarà visitabile a gruppi di 20 unità per volta, nel rispetto delle regole del distanziamento sociale; i visitatori saranno accompagnati da guide preposte dall’organizzazione.
Bookshop Castello: + 39 0883 57862

 

HEIMAT

HEIMAT | SHARING THE LAND

HEIMAT | SHARING THE LAND di Jasmine Pignatelli
a cura di Tommaso Evangelista

HEIMAT | SHARING THE LAND è un progetto di Jasmine Pignatelli, a cura di Tommaso Evangelista, realizzato nel 2019 per il MUSMA – Museo della Scultura di Matera, in coproduzione con l’impresa culturale SYNCHRONOS.

La mostra giunge a Barletta per il Circuito del Contemporaneo nella sezione OUTSIDE(R), scelta dal direttore artistico Giusy Caroppo, nella filosofia della promozione degli artisti del territorio e della circuitazione delle opere d’arte, oltre che per l’alto valore etico, sociale e didattico che rappresenta.

 

TARANTO VOICES

TARANTO VOICES

Progetto di ricerca e produzione musicale di Piero Mottola

Per il Circuito del Contemporaneo in Puglia, Piero Mottola intende realizzare un progetto di ricerca internazionale da svolgere con un gruppo di studenti, persone comuni, professionisti, coristi, di qualsiasi età e sesso, residenti nella città di Taranto, orientato ad indagare le complesse relazioni tra il suono rumore della voce umana e le sue declinazioni estetico emozionali.

Lo scopo è quello di far nascere una partitura per grande coro mediante una ricerca sperimentale che si propone di misurare la complessità timbrica della voce in relazione a quindici parametri estetico emozionali.

Le registrazioni avranno luogo nel MArTA – Museo Archeologico Nazionale di Taranto che racconta – attraverso reperti che vanno da Paleolitico all’Età medievale, tra cui una delle più grandi collezioni di manufatti dell’epoca della Magna Grecia – la memoria di uomini e donne che hanno vissuto l’Italia meridionale.